Notizie
HomeTrevigianoTrevisoA Treviso "una stanza tutta per sè" per accogliere donne e minori...

A Treviso “una stanza tutta per sè” per accogliere donne e minori vittime di violenza

Treviso, inaugurata questa mattina una “stanza tutta per sè”. Spazio di accoglienza e ascolto delle donne e dei minori vittime di violenza o abusi. 

Con il simbolico taglio del nastro, seguito dalla benedizione del Vicario Generale della Diocesi trevigiana, Mons. Brugnotto, è stata inaugurata nella mattinata di oggi a Palazzo Zuccareda, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Treviso, proprio nella data in cui si celebra la “giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, una “stanza tutta per sé“. L’iniziativa, la cui denominazione richiama un saggio della scrittrice Virginia Woolf, è il frutto di un protocollo di intesa siglato fra l’Arma dei Carabinieri e l’associazione Soroptimist International che dal 2015 a oggi ha già portato alla realizzazione di quasi 200 locali dedicati su tutto il territorio nazionale.

Frutto di una collaborazione tra più enti, una “stanza tutta per sè” di Treviso è uno spazio confortevole per tutte le donne vittime di violenza, stalking che vogliono denunciare o essere supportate.

La collaborazione, infatti, prevede proprio la creazione, presso gli uffici di polizia, di ambienti protetti e confortevoli per le donne vittime di violenza, maltrattamenti e stalking che vogliano presentare denuncia o comunque segnalare una situazione di disagio e fragilità.

Alla sobria ma sentita cerimonia sono intervenute varie Autorità fra le quali il Prefetto di Treviso, Dott.ssa Maria Rosaria Laganà, il Sindaco del Capoluogo, Mario Conte e l’Assessore Gloria Tessarolo con la quale già numerose sono state le iniziative messe in campo per fare “rete” e affrontare la specifica problematica. Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Treviso, Colonnello Gianfilippo Magro ha fatto gli onori di casa e ha evidenziato come la stanza inaugurata rappresenti un importante presidio per contrastare la violenza di genere e rafforzare la rete di protezione a tutela dei soggetti più fragili, in un periodo peraltro segnato dalla pandemia, dove molteplici sono stati, anche nella Marca, gli episodi di violenza e maltrattamenti fra le mura domestiche, in alcuni casi con conseguenze tragiche, che i Carabinieri dei 41 Presidi dell’Arma presenti sul territorio della provincia hanno dovuto affrontare.

Questa mattina l’inaugurazione, nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e a Treviso si è tenuta una manifestazione pacata ma sentita per inaugurare la stanza

Nel suo intervento, la Presidente del sodalizio promotore, il club Soroptimist di Treviso, Elisabetta Lucheschi, ha evidenziato poi con soddisfazione come quella di Treviso sia la quarta stanza resa “operativa” in poco tempo, in collaborazione con il Comando Provinciale di Treviso, dopo quelle già allestite presso le caserme dell’Arma di Conegliano, Vittorio Veneto e Oderzo. A breve sarà allestita un’ulteriore “stanza tutta per sé” presso il Comando della Compagnia Carabinieri di Castelfranco Veneto, a beneficio del territorio della “Castellana”.

Presenti all’evento anche numerose socie del club Soroptimist promotore e una rappresentanza di Carabinieri in servizio nella Marca, fra i quali non potevano mancare le donne in uniforme in forza proprio alla Compagnia di Treviso.

 

Le più lette