domenica, 25 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVicentinoVicenzaVicenza, Draghi apre il portafoglio e il Comune recupera 18 milioni di...

    Vicenza, Draghi apre il portafoglio e il Comune recupera 18 milioni di fondi che gli aveva tolto

    Banner edizioni

    Vicenza, i progetti del Comune vanno dal restauro dei palazzi storici a Campo Marzo

    Un’immagine del progetto di sistemazione di Campo Marzo: i soldi per sistemarlo arriveranno dallo Stato

    Il Comune recupera 18 milioni di finanziamenti statali che aveva perso – non per colpa sua – con il progetto di “Rigenerazione urbana”. Il governo infatti ha finanziato con ulteriori 905 milioni il capitolo del Pnrr destinato appunto a quei progetti, che erano stati ammessi ma erano rimasti senza quattrini perché i fondi nazionali si erano esauriti.

    Gli interventi inseriti nell’elenco per il bando della presidenza del Consiglio dal Comune di Vicenza, che ammontano appunto a circa 18 milioni di euro, riguardano la riqualificazione di Campo Marzo con i vari stralci (ad esclusione della pedonalizzazione di piazzale De Gasperi, già finanziata), i palazzi Chiericati e del Territorio, il palazzetto dello sport, numerose scuole di proprietà comunale (per gli interventi di riqualificazione energetica e adeguamento sismico), i restauri della Torre del Tormento e di Porta Santa Croce, di Parco Querini, della sala della Basilica palladiana e il completamento delle ciclovie portanti definite dal Pum (assi di collegamento di ambito sovra-comunale per gli spostamenti “casa-lavoro” e “casa-scuola”, ciclovia “anello urbano”, completamento dei tronchi nord e ovest). Nell’elenco sono comprese anche la realizzazione e l’adeguamento dei parchi gioco inclusivi, di percorsi ciclabili e degli assi verdi per la rigenerazione urbana dell’area industriale (opere per un totale di due milioni di euro) e la riqualificazione ambientale del parco di villa Bedin-Aldighieri.

    Il sindaco Rucco: “Voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato, dal sindaco Conte alla ministra Stefani”

    “Voglio ringraziare tutti coloro che si sono battuti per questa causa – dichiara il sindaco Francesco Rucco – e in particolare il presidente dell’Anci veneto, Mario Conte, e il ministro Erika Stefani per aver sostenuto le nostre istanze convincendo il governo. Ora l’auspicio è che si prosegua su questa strada e che il governo provveda a finanziare anche tutti i progetti già ammessi nell’ambito del Pnrr Pinqua, programma nazionale della qualità dell’abitare, dove Vicenza ha presentato opere per 45 milioni tra cui la riqualificazione dell’ex fiera, dell’ex cinema Arlecchino, del villaggio Giuliano a Campedello, dell’ex scuola Giusti, degli immobili Erp di via Bonollo, dell’ex caserma della Guardia di Finanza, del pensionato San Pietro e dell’ex macello”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni