martedì, 16 Aprile 2024
HomePadovanoConselvanoTribano: il sindaco Cavazzana gioca la carta del bis e si ricandida

Tribano: il sindaco Cavazzana gioca la carta del bis e si ricandida

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Cavazzana, architetto, 58 anni, si ripresenta agli elettori di Tribano per proseguire il lavoro di questo quinquennio e consolidare i risultati ottenuti

Il primo a rompere gli indugi e a scendere in campo è il sindaco uscente Massimo Cavazzana che scommette su un secondo mandato e si candida con la sua squadra in vista delle elezioni amministrative di giugno. Cavazzana, architetto, 58 anni, si ripresenta agli elettori di Tribano per proseguire il lavoro di questo quinquennio e consolidare i risultati ottenuti. Ci sarà almeno uno sfidante, la cui candidatura verrà formalizzata a breve: cercherà di coalizzare le forze di opposizione per conquistare la fascia tricolore.

Intanto il sindaco uscente delinea il suo programma elettorale e lavora alla squadra che lo sosterrà. “Cinque anni fa, dopo la conferma a sindaco – ricorda Massimo Cavazzanaho pronunciato queste parole: “Io credo nel voto che unisce, nell’impegno, nella buona politica del fare e degli stili di vita sostenibili. Ed è per questa passione che mi sono candidato”.

“A distanza di cinque anni non potevo che scegliere la “Giornata degli stili di vita sostenibili e del risparmio energetico” per confermare la mia ricandidatura a Sindaco perché l’amore per Tribano è sempre lo stesso, anzi è aumentato, date le sfide che abbiamo affrontato e che siamo pronti a sostenere in futuro in modo che sia per tutti positivo e sostenibile.

Uso volutamente il plurale – aggiunge il sindaco – perché oggi non si ricandida solo una persona ma un intero gruppo che in questi anni si è impegnato con dedizione per il proprio paese, un gruppo che ha fatto dell’ascolto della popolazione e dell’agire concreto le caratteristiche del proprio operato, un gruppo civico che ha messo la persona e il soddisfacimento dei suoi bisogni al centro del proprio agire. Siamo un gruppo che è sempre stato presente, sia nei momenti di soddisfazione che in quelli di difficoltà per la comunità. Grazie a questo gruppo, in questi cinque anni, il volto di Tribano è cambiato. Il paese è più accogliente. Sono migliorati i servizi, le risorse, le infrastrutture e gli stili di vita.

Per il futuro abbiamo in mente un progetto di miglioramento continuo: vogliamo impegnarci ancora di più per il sociale, per la cultura, per l’ambiente, per la sicurezza, per la promozione del territorio e la sostenibilità.

Crediamo in una politica del “fare”. Vogliamo avvicinare ancora di più l’amministrazione alla cittadinanza, continuare a tessere una rete di relazioni fatta di persone, istituzioni, imprese e associazioni. Crediamo in un paese in cui ogni tribanese – conclude Cavazzana – contribuisca consapevolmente per una vita migliore per noi, per i nostri figli, per i nostri anziani”.