martedì, 23 Aprile 2024
HomeElezioniCadoneghe verso le elezioni, si candida Enrico Scacco

Cadoneghe verso le elezioni, si candida Enrico Scacco

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Con una lettera ai cittadini di Cadoneghe, l’ex consigliere comunale e segretario del Pd, 40 anni, ha sciolto le riserve e ha annunciato la propria candidatura

Dopo Giulia De Campo e Paola Venturato, e la candidatura non ancora ufficializzata ma ormai certa dell’attuale sindaco Marco Schiesaro, in corsa per la carica di sindaco di Cadoneghe si aggiunge anche Enrico Scacco.

Con una lettera ai cittadini di Cadoneghe, l’ex consigliere comunale e segretario del Pd, 40 anni, ha sciolto le riserve e ha annunciato la propria candidatura, illustrando le linee politiche e operative all’interno delle quali si muoverà la sua campagna elettorale.

“Mi voglio spendere, con la passione che mi contraddistingue, per il bene della nostra città –afferma Scacco -. Ho già svolto il ruolo di consigliere comunale e ora vorrei assumermi l’impegno di diventare sindaco di Cadoneghe perché ritengo che in questi ultimi cinque anni il Comune non sia stato gestito con competenza e non abbia avuto lo sviluppo che merita, perdendo risorse e occasioni di crescita. È mia intenzione gestire questo ruolo in assoluta trasparenza e coerenza ripristinando un dialogo chiaro e diretto con tutti e con i territori circostanti così che i cittadini di Cadoneghe possano non solo essere un numero per le casse comunali ma ritornare ad essere i veri protagonisti dell’amministrazione locale”.

Lo scorso novembre Scacco, presidente dell’associazione Futura, aveva lanciato l’idea di indire elezioni primarie, nell’area politica che afferisce al centrosinistra, per individuare un candidato unico da contrapporre all’attuale sindaco Marco Schiesaro. La sua proposta, però, non era stata accolta. Anzi, il centrosinistra ha in qualche modo riposto candidando Paola Venturato, mentre la civica “Cadoneghe per Tutti” è scesa in campo con Giulia De Campo. Tanto che Scacco ha deciso di presentarsi con una sua lista.

“Legalità e trasparenza saranno le parole d’ordine per la mia amministrazione – afferma Scacco -. Siamo stanchi dell’ambiguità e delle mezze verità dell’attuale amministrazione. Il nostro deve diventare un Comune a disposizione di cittadini ed imprese animate da spirito imprenditoriale e orientate ad uno sviluppo sostenibile. Un Comune capace di dare risposte tempestive e concrete a tutti: donne, uomini, famiglie, giovani e meno giovani. Per tutti questi motivi, ho fondato una lista civica, perché con la mia squadra voglio essere vicino al territorio ma soprattutto voglio essere indipendente da logiche di scambio. Sarà una lista che accoglierà tutti coloro che, come me, credono nel cambiamento e non tollerano più l’immobilità e la miopia dei partiti politici. In questo progetto non sarò solo, sarò affiancato da donne e uomini competenti, con idee concrete ed esperienze solide alle spalle”.