mercoledì, 24 Aprile 2024
HomeNewsletterLanzarin, "1000 giorni di noi": "Un'iniziativa a sostegno delle famiglie con figli...

Lanzarin, “1000 giorni di noi”: “Un’iniziativa a sostegno delle famiglie con figli entro i primi tre anni di vita”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

L’assessore Lanzarin ha promosso il progetto “1000 giorni di noi” mirato ad aiutare i genitori e a migliorare i contesti

La Giunta Regionale del Veneto, ha deliberato un provvedimento a sostegno delle famiglie e, in particolare, del supporto alla genitorialità nella cura di bambini e bambine nei primi tre anni di vita. L’investimento complessivo è pari a 5 milioni di euro di cui 4.650.000 destinati ai 21 progetti che perverranno dai territori e 350.000 euro ad azioni di supporto, divulgazione e monitoraggio. L’investimento è infatti pensato per promuovere lo sviluppo ed il sostegno di famiglie e genitori nelle loro competenze, pensando agli effetti positivi nel tempo.

“Con questa delibera prosegue il percorso di grande attenzione verso le famiglie che vede impegnata da sempre la Regione – sottolinea l’assessore Lanzarin -. È assodato che la presenza di diseguaglianze sociali, ed in generale il fatto di non riuscire a ‘prendersi cura’ dei piccoli nei primi 1.000 giorni di vita, produce un danno alla crescita sana e armoniosa dei bambini e delle bambine. Un danno che ricade sul singolo e sul nucleo familiare, innanzitutto, ma che si riflette su tutta la società come ostacolo a un progresso collettivo. È quindi strategico rivolgersi ai nuclei familiari nei primi 1.000 giorni di vita dei bambini affidandosi ad un approccio di rete, multidimensionale e territoriale, coordinato attraverso gli Ambiti Territoriali Sociali”.

“Abbiamo chiamato questa iniziativa ‘1.000 GIORNI DI NOI’ prosegue Lanzarin – sottolineando così la rilevanza degli interventi della famiglia nei primi tre anni di vita del piccolo. Il prendersi cura del nucleo familiare non è una novità nella nostra Regione, già il Piano Regionale della Prevenzione prevede delle specifiche azioni dedicate alle Comunità che promuovono la Salute nei primi 1.000 giorni di vita, come presa in carico del bambino e della sua famiglia”.

“Al fine di raggiungere l’obbiettivo, sono i territori i soggetti a cui questa iniziativa si rivolge. Gli ATS, a cui tutti i Comuni partecipano, saranno determinanti perché come espressione della realtà territoriale, ognuno presenterà un proprio progetto.  Rivolgendosi a coppie, genitori e famiglie, questo dovrà comprendere, oltre ad interventi diretti anche domiciliari, attività di formazione e consulenza. Ci attendiamo, così, un aumento della diffusione di family coatching e l’avvio di servizi specifici dove non sono ancora attivati”.

 

Le più lette