venerdì, 19 Aprile 2024
HomeRubricheCriptovaluteDonald Trump cambia idea su Bitcoin: “ci si può convivere"

Donald Trump cambia idea su Bitcoin: “ci si può convivere”

Tempo di lettura: 3 minuti circa

I membri della comunità su X evidenziano il repentino cambiamento di atteggiamento da parte di Trump nei confronti di Bitcoin, suggerendo che potrebbe essere semplicemente una mossa strategica per attirare gli utenti.

Durante la sua attuale campagna elettorale, Donald Trump ha nuovamente affrontato il tema di Bitcoin, presentando un’evoluzione rispetto alle sue precedenti posizioni meno favorevoli nei confronti della criptovaluta.

 

In un’intervista recente a Fox News, Trump ha riconosciuto la forte attrazione nei confronti di Bitcoin, sottolineando che molte persone stanno aderendo a questa tendenza e mostrando un certo interesse verso la criptovaluta. Tuttavia, ha chiarito che la sua preferenza rimane per il dollaro, definendolo “una cosa molto più potente”.

 

Anche se Trump ha accennato alla possibilità di una nuova regolamentazione per Bitcoin, ha evitato di schierarsi in modo esplicito a favore della criptovaluta, enfatizzando il suo legame con il dollaro.

 

Questo cambiamento di tono da parte di Trump è significativo, considerando che Bitcoin non è mai stato un tema di confronto politico durante le campagne elettorali, e sembra voler seguire la tendenza di accettazione crescente della criptovaluta.

Precedentemente Bitcoin era stato condannato da Trump

Il recente cambio di atteggiamento di Trump nei confronti di Bitcoin segna una netta deviazione dalle sue posizioni durante il mandato presidenziale. In passato, Trump aveva condannato Bitcoin, etichettandolo come una frode e, secondo alcune fonti, aveva persino ordinato al Segretario del Tesoro di “contrastare Bitcoin in ogni modo”.

 

Attualmente impegnato nella campagna elettorale per le prossime elezioni presidenziali del 2024, Trump ha mostrato un’inattesa apertura verso Bitcoin, suscitando varie interpretazioni nella comunità.

 

Alcuni membri ritengono che questo cambiamento sia motivato da un interesse politico volto ad attirare più voti dagli appassionati di criptovalute, considerando l’importanza crescente di questa comunità. Altri suggeriscono che Trump stia semplicemente sfruttando le sue capacità strategiche, cercando di valutare le reazioni del pubblico attraverso dichiarazioni ambigue che oscillano tra un’apparente sostegno a Bitcoin e la conferma della sua preferenza per il dollaro.

 

In particolare, l’utente Blairja di X ritiene che Trump abbia utilizzato una tattica di “pesca” pubblica, esprimendo opinioni contrastanti su Bitcoin e il dollaro per sondare l’opinione popolare. Questo approccio è stato paragonato a un modo per valutare quale direzione sia più popolare tra gli elettori. Nel corso degli anni, molti politici hanno adottato le criptovalute come strumento nelle loro campagne per attrarre una nuova generazione di elettori orientati alla tecnologia.

Il crypto wallet di Trump raggiunge i $5 milioni

Nel 2021, Trump aveva manifestato preoccupazioni riguardo alle truffe e alla potenziale minaccia al dollaro rappresentata da Bitcoin.

 

Questo atteggiamento risulta un po’ contraddittorio se consideriamo che nello stesso periodo Trump ha lanciato la sua collezione di NFT, sfruttando la fervente attività del mercato. Ancora oggi, Trump prosegue con questa iniziativa, annunciando una nuova versione chiamata Ordinals.

 

È evidente che il candidato presidenziale ha dovuto adattarsi alle circostanze, abbracciando una visione più comune su Bitcoin all’interno dell’area repubblicana.

 

Al momento, i token TRUMP sono quotati tra i $4,75 e i $5,19 ciascuno, con un picco massimo di $5,19 raggiunti sabato scorso.

 

Questo aumento rappresenta un notevole incremento del 44,309% rispetto al minimo storico di $0,01136 per token toccato il 14 ottobre 2023. La quantità totale di token TRUMP disponibili è di 47 milioni, con attualmente 46,502,515 unità in circolazione.

 

Gli 8,233 wallet individuali mantengono i token TRUMP, che sono stati scambiati complessivamente 151,853 volte.

 

Il Wormhole Token Bridge detiene la maggior quantità di token TRUMP, mentre i primi 100 detentori detengono insieme il 63,76% dell’offerta totale di TRUMP.

 

Trump stesso occupa la 15ª posizione nella classifica dei maggiori detentori, secondo gli ultimi dati disponibili. Oltre ai token, Trump possiede anche 950.000 BABYTRUMP, il cui valore attuale supera i $275.000.

 

Secondo le analisi di Arkham Intelligence, il valore complessivo delle criptovalute di Trump è stimato a $5,38 milioni. Rimane incerta la possibilità che Trump decida di vendere la sua collezione di token.

 

Inoltre, la famiglia Trump sta considerando l’opzione di intraprendere azioni legali contro una criptovaluta denominata “Trumpcoin”, accusandola di utilizzare il nome della famiglia in modo improprio e senza autorizzazione. In risposta, i creatori di Trumpcoin hanno respinto le accuse avanzate.


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A PAGAMENTO

Give Emotions e la testata La Piazza Web non si assumono alcuna responsabilità per il testo contenuto in questo pubbliredazionale (realizzato dal cliente) e non intendono incentivare alcun tipo di investimento.

Le più lette