domenica, 3 Marzo 2024
 
HomePoliticaDL Energia, Cappelletti (M5S): regalo del governo alle aziende del fossile

DL Energia, Cappelletti (M5S): regalo del governo alle aziende del fossile

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Veneto e DL Energia, Cappelletti (M5S): “il governo con questa legge fa un regalo alle grandi aziende del fossile, a pagare saranno le famiglie e le aziende e i territori veneti, il silenzio di Zaia è inaccettabile”

On. Enrico Cappelletti, deputato veneto (M5S)

Duro attacco del deputato 5 stelle Veneto, On. Enrico Cappelletti riguardo alla legge sull’energia. Il Governo con questa legge ha previsto nuove trivellazioni per estrarre idrocarburi, altri due nuovi rigassificatori, misure per lo stoccaggio della Co2 e sostegni agli impianti con bioliquidi. L’esponente pentastellato sottolinea come questi investimenti saranno a carico delle bollette di imprese e famiglie e mette enfasi sull’impatto che queste cose avranno sui territori e sul clima.
“Il governo Meloni, di cui il partito di Zaia fa parte, si presenterà con una medaglia nera alla Cop28. Gli interventi previsti nelle bozze in circolazione sul dl Energia rappresentano un grande regalo alle aziende fossili”. Regalo che di certo non aiuta il processo di transizione energetica su cui invece si dovrebbe puntare.

Cappelletti: Zaia dia spiegazioni ai veneti

Il deputato 5 stelle continua chiedendo conto al presidente della regione Veneto Luca Zaia riguardo alle trivellazioni che secondo la legge dovrebbero riguardare il territorio o le acque regionali e invoca una presa di posizione da parte di Zaia a riguardo. “Non è ancora chiaro, tra l’altro, se le trivelle saranno posizionate in mare, ma se così fosse quale è la posizione di Zaia su questo decreto del suo governo?”
Continua l’On. Cappelletti: “Il governo di cui il partito di Zaia è azionista, anziché intraprendere misure strutturali per contrastare il caro energia, continua a foraggiare il settore delle fossili conservando i loro modelli di rendita. Una scelta che impatterà negativamente sul cammino della transizione ecologica ed energetica ma soprattutto sulla crescita economica del Veneto. È necessario, – conclude Cappelletti – ma soprattutto urgente, un cambio di rotta.”

 
 
 

Le più lette